Marinai del Millo: Bruno Piccolroaz

La storia dei marinai del Millo non finisce mai.
Un giorno, da qualche cassetto in una cittadina tra le montagne, nel Nord Italia, spuntano fuori i ricordi di un giovane uomo che sognava di fare il marinaio.
Quel ragazzo era di Rovereto (TN). Si chiamava Bruno Piccolroaz.
Sottocapo Motorista Navale.
Uno del Millo.

La sua storia ce la racconta il nipote Bruno e, più delle parole, ci parlano di lui e di quel tempo lontano le belle fotografie che Bruno ci ha gentilmente inviato.

Mio zio Piccolroaz Bruno (fratello maggiore di mia madre) nacque a Rovereto (TN) il 07/12/1920.
Finite le scuole, dà una mano nella bottega di fabbro-ferraio del papà Enrico (mio nonno), poi, nel 1939, decide di arruolarsi nella Regia Marina.
Voleva fare il marinaio, anche se era nato in mezzo alle montagne …
Mia madre mi ha spesso raccontato che Bruno era un ottimo nuotatore. Abitando vicino, andava in bicicletta fino al Lago di Garda a farsi delle lunghe nuotate; sicuramente è proprio in quelle acque che è nato il suo sogno di diventare un giorno marinaio.
Questo era il suo destino.
Nella Regia Marina frequenta la Scuola Sommergibilisti a Pola, dove consegue il grado di Sottocapo Motorista Navale n. matricola 51999.
Nel 1941 si imbarca sul Regio Sommergibile Ammiraglio Millo, trascorrendo diversi mesi in navigazione tra Monfalcone, Trieste e Pola per i vari collaudi del battello.
Infine, viene assegnato alla base navale di Taranto. Da lì partirà per le numerose missioni di guerra nel Mediterraneo meridionale, fino a quell’ultimo, tragico rientro.
Era il 14 marzo 1942.
Proprio per ricordare mio zio, mia madre decise di chiamarmi con il suo nome.

Bruno Piccolroaz

Autore dell’articolo:
Nazareno Storani

Tags: , , , , , , , , , ,

7 Commenti a “Marinai del Millo: Bruno Piccolroaz”

  1. Endrizzi Bruno ha scritto:

    Vi ringrazio infinitamente per aver pubblicato l’articolo a ricordo di mio zio
    Piccolroaz Bruno marinaio del MILLO.

    Un caro Saluto Endrizzi Bruno

  2. Paolo Palladino ha scritto:

    Leggo sempre con grande commozione le storie di uomini di grande valore che si intrecciano con la STORIA del MILLO !!

  3. Paola Notari ha scritto:

    Sono la figlia di Orlando Notari, un grande interprete della questa storia del sommergibile Millo citato anche nei vostri libri e vi continuo a ringraziare per come ruscite a tenermi viva la memoria di tutti quei cari nostri eroi.

  4. Giovanni Paci ha scritto:

    Molto commovente. Tutto serve a tenere vivo il ricordo di nostro fratello.
    Giovanni Paci

  5. edda beratto ha scritto:

    grazie di ricordarci sempre gli eroi della nostra Patria

  6. Giancarlo ha scritto:

    Ciao Bruno, sono Giancarlo di Brescia, sono in ferie in Calabria e con l’occasione domani mi immergerò in compagnia dell’amico Pino sul Relitto del sommergibile Ammiraglio Millo, visto che cade proprio in questi giorni la commemorazione dell’affondamento. Non mancherò di portare un saluto da parte tua e di tutti famigliari che hanno perso i loro cari.

  7. Alberto tesi ha scritto:

    In tante foto con Piccolroaz c’è anche lo zio di mia mamma Prati Guido,fà tanto piacere ricordare i nostri marinai!!!

Lascia un commento