Il libro

Il ritrovamento del Regio Sommergibile Ammiraglio Millo

La copertina del libro dedicato al sommergibile MilloLa pagina dei ringraziamentiLa quarta di copertina scritta da Mario Cobellini

Apparteneva alla Classe di maggiore prestigio, la Ammiragli.
Questi sommergibili erano stati progettati per la “guerra di corsa”, dunque “corsari” solitari in grado di rimanere in mare per mesi tendendo agguati. Erano superiori, per prestazioni, a quelli dei pur temibili sommergibili inglesi. Ed è proprio uno di questi, il P34 Ultimatum, a colpire mortalmente il Millo.
Era il 14 marzo 1942.
Il momento fu colto dal nemico con astuzia e perseveranza quando il sommergibile italiano, ormai in fase di rientro e su una rotta di sicurezza davanti a Punta Stilo, attendeva l’ordine di entrare nel porto di Taranto.
Navigava in superficie.
Due siluri a prua.
Cinquantasei morti. Quindici superstiti.
Fra questi ultimi non compare il nome di Nazareno Storani, Capo meccanico di 2a classe.
Imbarcato in quella occasione in sostituzione di un collega in licenza.
Incerto il punto dell’affondamento.
Dopo meticolose ricerche, il subacqueo Paolo Palladino, capo spedizione del Thalassoma Diving Team di Soverato, trova il relitto, riconoscibile per le modifiche apportate alla torretta.
I ricordi e la commozione si risvegliano con forza.
Per gli autori, figlio e nipote del “capo” Storani, è un dovere approfondire le indagini, rintracciare almeno alcuni dei sopravvissuti, i parenti dei caduti.
Ne nasce una raccolta ricca e commovente di documenti, testimonianze, ricordi ancora profondamente e dolorosamente incisi nella carne.
L’ansia e i timori di chi andava in missione si intrecciano con quelli di chi a casa aspettava notizie.
Fino a quando le notizie non giungono più.
Il Millo è in fondo al mare.

Prezzo: Euro 25,00
Autori: Francesco e Nazareno Storani
Presentazione a cura dell’Amm. Paolo Pagnottella
Editore: Format.BO
Data uscita: luglio 2009
Pagine: 160 (a colori)
Dimensioni: cm. 22 x 22
Lingua: Italiano
EAN: 9788896156025
info:
info@sommergibilemillo.it

Acquista il libro direttamente online per usufruire dello sconto speciale del 20% (pari a Euro 5,00)
(prezzo del libro scontato Euro 20,00 + spese di spedizione raccomandata Euro 5,00)


 

Aggiornamento al libro Il ritrovamento del Regio Sommergibile Ammiraglio Millo

Questo aggiornamento è la naturale continuazione dell’opera di ricerca delle storie dei marinai del sommergibile Ammiraglio Millo che ancora non erano state recuperate con la prima edizione del libro. Negli ultimi mesi, grazie soprattutto al nostro sito, siamo riusciti a metterci in contatto con i familiari di quei marinai, dispersi o sopravvissuti all’affondamento del Millo, le cui vicende, testimonianze e fotografie non erano state pubblicate nel libro, perchè non ancora disponibili.

(Per maggiori dettagli sull’opera clicca qui per leggere un articolo di approfondimento).

Prezzo: Euro 15,00
Autori: Francesco e Nazareno Storani
Presentazione a cura dell’Amm. Paolo Pagnottella
Editore: Format.BO
Data uscita: febbraio 2011
Pagine: 93 (a colori)
Dimensioni: cm. 22 x 22
Lingua: Italiano
EAN: 9788896156000
info:
info@sommergibilemillo.it

Acquista il libro direttamente online per usufruire dello sconto speciale del 20% (pari a Euro 3,00)
(prezzo del libro scontato Euro 12,00 + spese di spedizione raccomandata Euro 5,00)

 

Inoltre il libro è disponibile presso le seguenti librerie:

La Libreria del Mare
Via Broletto, 28 – 20121 Milano
tel: +39 02 86464426 fax: +39 02 89010228

info@libreriadelmare.it

www.libreriadelmare.it

La Libreria Militare
Via Morigi, 15 – 20123 Milano
tel-fax: +39 02 89010725

libmil@fastwebnet.it


Mare di carta – Libreria Nautica Internazionale

Sest. S. Croce, 222 – 30135 Venezia
tel: +39 041 716304 fax: +39 041 2756207

info@maredicarta.com

www.maredicarta.com

Libreria Dante – Di Longo
Via Diaz, 39 – Ravenna
tel. 0544 33500 fax 0544 217554

libreriadante@alice.it

Tuttostoria – Ermanno Albertelli Editore
C.P. 395 – 43100 Parma
info@tuttostoria.it
www.tuttostoria.it

Libreria Pickwick Bologna
Galleria 2 Agosto 1980, 3/C – 40121 Bologna
(di fronte alla stazione ferroviaria)
tel: +39 051 6466271 fax: +39 051 6426448

catalogo@libreriapickwick.it

www.catalogopickwick.com

Libreria Internazionale La Fenice
Via Battisti, 6 (Galleria Fenice) – Trieste
tel.  040 370275 fax 040 370285

info@fenicelibri.it
www.fenicelibri.it

Libreria Atlantide
Via Mazzini, 93 – Castel San Pietro Terme (BO)
tel.  051 6951180

atlantidelibri@atlantide-sdf.191.it

Libreria L’isola che non c’era
Via Repubblica, 92/94 – San Lazzaro di Savena (BO)
tel.  051 454891

Qui puoi sfogliare alcune pagine del libro:

[issuu layout=http%3A%2F%2Fskin.issuu.com%2Fv%2Flight%2Flayout.xml showflipbtn=true documentid=091105082710-e6f4c40df1aa45a2a7d52fbef3dc3b9e docname=ritrovamento-smg-amm-millo username=nazza loadinginfotext=Il%20ritrovamento%20del%20Regio%20Sommergibile%20Ammiraglio%20Millo width=420 height=210 unit=px]

 

Prefazione

Questo libro è il risultato di un appassionato lavoro di ricerca e recupero di memorie e di testimonianze riguardanti i marinai del Regio Sommergibile Ammiraglio Millo, affondato il 14 Marzo 1942 nelle acque di Punta Stilo in Calabria.
Il progetto dell’opera è nato in seguito al ritrovamento del relitto del sommergibile, con il proposito, da un lato, di ricostruire e divulgare la vicenda dell’affondamento del sommergibile italiano, anche con particolari inediti, dall’altro di compiere un’operazione di assemblaggio di memorie e di racconti della vita degli uomini del Millo, grazie alla testimonianza dei sopravvissuti, ancora in vita, e dei parenti di chi non c’è più.
La parte propriamente memorialistica rappresenta l’asse portante del libro, costituita dai ricordi legati ai marinai del Millo e arricchita da numerose fotografie e documenti dell’epoca. Vengono, quindi, proposti una breve storia del sommergibile e i dati tecnici del battello, oltre alla cronaca dell’affondamento ad opera del sommergibile inglese P34 Ultimatum, intrecciando i documenti ufficiali sul naufragio con i ricordi dei sopravvissuti. A seguire, una dettagliata descrizione delle fasi del ritrovamento del relitto, compiuto dal team di subacquei del Thalassoma Diving Center,  scritta da Paolo Palladino, capo spedizione del team.

L'equipaggio del Millo a Taranto nel gennaio 1942Il Millo in navigazione nel 1940L'agenda appartenuta al Capo Meccanico Nazzareno Storani (1942)

La seconda parte è dedicata alle relazioni sulle attività e le missioni del Millo durante la sua breve carriera, grazie al contributo di Filippo Cucinotta, Carlo Parrino e Rolando Montecchiari. Inoltre, è stato inserito il racconto inedito “Un trench bianco”, di Fabrizio Stefanini, struggente rievocazione del dramma della speranza e della ricerca di notizie di eventuali sopravvissuti.
Il metodo di lavoro adottato è stato quello della ricerca memorialistica; grazie alla lista dell’equipaggio, sono stati contattati i parenti di buona parte dei marinai coinvolti nell’affondamento, i quali hanno risposto con entusiasmo, fornendo la loro testimonianza e il materiale fotografico e documentario in loro possesso.
In due casi sono stati ritrovati i sopravvissuti che, incontrati personalmente, hanno contribuito con il loro racconto a ricostruire le fasi dell’affondamento e a ricordare i compagni scomparsi.
Lo scopo di questo libro è, pertanto, quello di recuperare una storia fatta di marinai, tragica e dolorosa come altre storie della seconda guerra mondiale, di uomini che hanno combattuto a bordo di un grande sommergibile che ora giace sul fondo del mar Ionio, in quello che rimarrà per sempre un autentico sacrario di guerra.
Il ritrovamento del relitto del sommergibile ha ispirato il recupero e la riscoperta delle memorie di quei giovani marinai che hanno dato la vita per la Patria.
Questo libro è dedicato al ricordo di quegli uomini e di tutti i caduti del mare, affinché il tempo non si porti via i frammenti delle loro esistenze, accomunate dal funesto destino della guerra, che noi abbiamo cercato di ricomporre e di salvare, come in una sorta di riscoperta dei loro ricordi.
Un caloroso ringraziamento va fatto a tutti coloro che, con l’apporto delle loro testimonianze, hanno reso possibile la realizzazione di quest’opera.