Il film

L’ultima missione dell’Ammiraglio Millo

La copertina del DVD "L'ultima missione dell'Ammiraglio Millo"E’ il film girato dagli stessi subacquei del Thalassoma Diving Team che hanno scoperto il relitto del Regio Sommergibile Amiraglio Millo. Dopo una breve introduzione di carattere storico sulla situazione bellica dell’Italia all’inizio del conflitto, il film racconta le fasi del ritrovamento del relitto e delle successive esplorazioni subacquee. Le immagini, molto suggestive ed emozionanti, mostrano le varie parti del relitto, ancora in ottime condizioni nonostante siano trascorsi sessantasette anni dall’affondamento: la grande torretta con il radiogoniometro, le mitragliatrici e il cannone, il ponte con le sovrastrutture ancora ben riconoscibili, le grandi eliche, lo squarcio di prua causato dal sommergibile attaccante e il boccaporto ancora aperto, dal quale sono usciti i quindici sopravvissuti.
Il film è un doveroso e sentito omaggio alla memoria degli uomini del Millo, a quei cinquantasei marinai che riposano ancora laggiù, a settanta metri di profondità, nelle acque di Punta Stilo.

Autore: Paolo Palladino – Thalassoma Diving Team Soverato
Durata: 30 min.
Formato: DVD
Prezzo: Euro 15,00
(in abbinamento all’acquisto del libro il prezzo in offerta è di Euro 10,00)
info:
info@sommergibilemillo.it

Anteprima del film (durata ridotta 10 min.)

Il ritrovamento del relitto del Millo
Di seguito un brano del racconto, opera di Paolo Palladino del Thalassoma Diving Team di Soverato, del ritrovamento e delle esplorazioni subacquee del Millo (il testo integrale è contenuto nel libro Il ritrovamento del Regio Sommergibile Ammiraglio Millo):

Il ritrovamento del relitto del Regio Sommergibile Amm. Millo risale alla fine di Settembre del 2005 anche se decisi di pubblicare l’articolo sulla rivista Sub solo nel Dicembre del 2006 poiché, solo in estate, riuscii a scattare qualche accettabile fotogramma; il sito di immersione, infatti, risultò in seguito difficoltoso e problematico, per la presenza di forti correnti e per la visibilità spesso scarsa.
Quell’indimenticabile giornata di fine stagione mi consentì di osservare sullo schermo dell’ecoscandaglio una anomalia del fondo (…)
(…) Avevamo scoperto il relitto del Regio Sommergibile Ammiraglio Millo!
A distanza di tempo, il ricordo di quella prima immersione sul relitto mi trasmette un’intensa emozione; strano a dirsi, ma la posizione del sommergibile era quasi come l’avevo sognata la notte precedente all’immersione, anzi, un po’ meno sbandato sulla sinistra, ma in perfetto stato di conservazione. Era come se stesse ancora in agguato sul fondo, minaccioso, in attesa di riemergere per dare battaglia al nemico! (…)
(…) Ho personalmente totalizzato più di quaranta immersioni sul Millo. Il relitto, ormai, ha per me pochi segreti, ma ogni immersione che effettuo su questa gloriosa unità della Regia Marina, è di forte impatto emozionale e aumenta sempre più il rispetto e la stima per quei marinai che compirono il loro dovere fino all’estremo sacrificio. (…)

Alcune fotografie subacquee del Millo (tratte da Il ritrovamento del Regio Sommergibile Ammiraglio Millo) – autore Paolo Palladino:

Lo squarcio di prua
cannone
Boccaporto
Torretta